SAN GOTTARDO
IN CORTE

Un luogo di culto cattolico parte integrante del  Grande Museo del Duomo di Milano. In origine  era un battistero,  San Giovanni alle Fonti, chiamato in epoca successiva  anche con il nome di Chiesa della Fonte. Alcuni studiosi non escludono che Azzone Visconti abbia fatto restaurare questa chiesa dedicandola alla Vergine e a San Gottardo; il santo protettore di disturbi legati ai calcoli e dolori di gola,  malattie che lo affliggevano costantemente.

UNA LUNGA STORIA 

 

La chiesa venne edificata nel 1336 per ordine del signore di Milano Azzone Visconti , accanto ai palazzi del potere signorile (l'odierno Palazzo Reale) e vescovile. Dell’aspetto originario ci è giunto ben poco, malgrado la testimonianza dell’elegante torre campanaria, la cui base era decorata dall’affresco giottesco oggi conservato al suo interno. 

L’assetto attuale della chiesa è frutto dell’intervento di Vanvitelli e del suo allievo Piermarini, che tra il 1770 e il 1780, sacrificò l’originaria facciata della chiesa per far posto allo scalone d’onore del palazzo Reale.

È dal 1800 che la Chiesa subisce sempre più modifiche ed operazioni di restauro. Sotto la direzione del Piermarini venne  ampliata e sistemata.

Con il suo inserimento all’interno dell’area espositiva del Grande Museo del Duomo, completamente rinnovato nel 2016, San Gottardo ha ripreso ad essere un luogo di culto ambito e ricercato.

Seleziona una parte del sito di

SAN GOTTARDO per esaminarla da vicino

 

PARTNERSHIP

Veneranda Fabbrica del

Duomo di Milano

Leggi qualche articolo

Magistri S.R.L | Viaggiatori nel tempo| Eventi culturali.jpg