CHIESA

Del complesso fa parte una chiesa medievale da cui si accede da una antica sacrestia. L’edificio è costituito da due parti, una delle quali probabilmente era usato come coro dai monaci. La pavimentazione e gli intonaci risalgono al X secolo, mentre la cripta è databile intorno al 1200. La chiesa pubblica fu ricavata innalzando l’antico edificio solamente dopo che i monaci abbandonarono definitivamente l’abbazia.

Archivio fotografico

Storia

Prima e dopo

 
20210215_100401.jpg

STORIA

L'attuale chiesa si trova nella piazzetta, poco distante da dove, lungo l'antica via "romana", sorgeva la Ecclesia Sancti Fructuosi de capite pontis. La chiesa andò più volte distrutta e ricostruita. L’ultima volta, il 6 aprile 1912, un incendio la distrusse completamente con tutti i suoi arredi e venne iniziata la sua ricostruzione nel 1915. L’inaugurazione avvenne nel 1922.

LAVORAZIONI

La Chiesa abbaziale si presenta in pietra a vista fatta eccezione per la porzione centrale del prospetto sulla piazzetta che presenta un intonaco di recente fattura.

Gli interventi eseguiti su tutte le superfici hanno principalmente contrastato l’abbondante proliferazione dei biodeteriogeni, presenti particolarmente nelle zone più umide a ridosso della montagna e hanno provveduto al risarcimento dei giunti in malta che in ampie zone erano lacunosi ed in altri casi erano stati già integrati ma con materiali incompatibili

 

Possiamo riassumere le operazioni svolte in:

  • ​Trattamento biocida

  • Pulitura con acqua e spazzole

  • Integrazione dei giunti e delle fessurazioni con malte compatibili

  • Realizzazione di sagramatura sul prospetto principale

  • Equilibratura cromatica delle superfici

  • Trattamento protettivo

IMG-20201030-WA0028.jpg

ARCHIVIO FOTOGRAFICO
durante i lavori

 

PRIMA - DOPO